TEDxRovigo, 23 settembre 2017 | Rivivi l'Edizione 2016

I Luoghi Senza Tempo del TEDx Rovigo

in giro per la città
28
Ago

I Luoghi Senza Tempo del TEDx Rovigo

C’è sempre tempo per una storia. Questa volta vorremmo raccontarvi quella di un bel teatro e dell’incendio che lo distrusse quasi tutto, ma fu capace di risorgere. E delle voci più sublimi di ogni tempo che salirono sul palco dove sabato 23 settembre saliranno anche gli speaker della seconda edizione di TEDx Rovigo.

A proposito di luoghi senza tempo, quest’anno TEDx Rovigo si svolgerà in due location straordinarie per bellezza e storia. Due tra i posti più belli della città che rappresentano due cuori: uno culturale, l’altro economico. Il che è perfettamente in tema con lo scopo del TEDx, quello della circolazione delle idee in merito a Tecnology, Entertainment, Design che appartengono allo sviluppo sociale ed economico nel nostro oggi.

Il Teatro Sociale di Rovigo

Teatro_Sociale_Rovigo
Photo credits: Rolando Paolo Guerzoni

Progettato dall’architetto rodigino Sante Baseggio in stile neoclassico, venne completato nel 1819 e ricostruito nel 1902 dopo un incendio che lo distrusse.

Nel 1816 venne costituita a Rovigo la Società del Teatro che, nel luogo dove sino al 1809 sorgeva il convento di Santa Maria dei Battuti demolito in seguito alla soppressione napoleonica, individuò l’area più adatta alla costruzione del nuovo edificio. Per il progetto la Società si rivolse a Sante Baseggio, ingegnere rodigino molto apprezzato.

Il Teatro della Società aprì al pubblico la sera del 3 marzo del 1819 con “L’ombra di Fetonte, ossia l’omaggio della riconoscenza rodigina” di Sante Campioni, in occasione della visita in città di Francesco I d’Asburgo.

L’inaugurazione ufficiale si tenne il 26 aprile 1819 con “Adelaide di Borgogna” di Pietro Generali. Quello che vediamo oggi non è il teatro costruito da Sante Baseggio. Un incendio lo distrusse nella notte tra il 21 e 22 gennaio 1902. Ma non tutto andò perduto.

L’ingegnere padovano Daniele Donghi elaborò il nuovo progetto interno e mantenne la parte anteriore del precedente teatro, rimasta quasi indenne. Grazie alla decorazione di Giovanni Vianello, semplice, elegante ed ottenuta principalmente con mezzi pittorici, il teatro rodigino fu tra i primi del Veneto ad adottare i canoni dello stile Liberty.

Il nuovo Teatro Sociale fu inaugurato da Pietro Mascagni, che vi diresse la propria “Iris” il 12 ottobre 1904. Ripresa l’attività, il Teatro di Rovigo seppe tenere sempre alto il prestigio, pur affrontando momenti di grave crisi.

Il Sociale può vantare di aver tenuto a battesimo due dei maggiori cantanti del secolo scorso: Beniamino Gigli e Renata Tebaldi. Nel corso degli anni divenne sempre più impegnativo l’allestimento degli spettacoli: solo l’intervento pubblico poté garantire realizzazioni di alto livello.

Sul palco salirono Maria Callas e Luciano Pavarotti agli inizi delle rispettive carriere. Il Teatro Sociale dal 1964 è affidato all’amministrazione pubblica. E’ riconosciuto come “Teatro lirico di tradizione” dal 1967.

 

Il Salone del Grano

photo credits: www.andreaverzola.com www.feelthemovie.it www.cristopherbreda.com

Photo credits: Andrea Verzola

È un gioiello dell’economia rodigina, chiuso per 10 anni, che ha rivisto la luce il 22 maggio 2014. Ci sono voluti 3 anni di lavori e oltre 5 milioni di euro per la ristrutturazione, ma l’effetto lascia senza fiato. Prima del 2014, nuova primavera di questo splendore, ben pochi giovani avevano avuto modo di sapere della sua esistenza.

Il Salone del Grano, al piano terra del palazzo della Camera di commercio, è caratterizzato dalla grande volta a botte vetrata, costituita da riquadri di vetro sostenuti da una struttura in legno e ferro, e il pavimento a mosaico con al centro gli stemmi della Provincia e della Camera.

Oggi, come un tempo, è il centro dell’attività economica di rappresentanza, con una sala che può ospitare fino a 200 posti a sedere ed è aggiornato anche con gli impianti tecnologici per tutto ciò che serve all’organizzazione di eventi.

Il Salone del Grano ospiterà i partecipanti al TEDx Rovigo e gli speaker durante la pausa pranzo, servito con la collaborazione di CNA e degli artigiani associati, e dell’istituto alberghiero di Adria che partecipa con un gruppo di studenti di Sala e Reception.

In pratica, partecipando a TEDx entrerai nella storia della città!

Ti abbiamo stupito? Anche tu non vedi l’ora che arrivi il 23 settembre?

E le sorprese non sono ancora finite!